Personal tools
You are here: Home \ Orientamento in Entrata (OR.E.) \ OR.E. 04 \ Materiale Curci \ Esercizio 1
Document Actions

Esercizio 1

by Staff last modified 2008-08-08 20:06

ESERCIZIO 1. “AL CENTRO DI ORIENTAMENTO (metti alla prova la tua competenza meta-cognitiva)”

 

Obiettivo: mettere alla prova la propria competenza meta-cognitiva, ovvero la capacità di comprendere i meccanismi cognitivi in atto in una particolare situazione decisionale o problematica, e che possono essere di ostacolo al processo di scelta o di soluzione.

 

Istruzioni: Di seguito viene riportata una serie di incontri fittizi tra utenti e operatori di un centro di orientamento. Gli stralci di colloquio riportati ti suoneranno sicuramente familiari. Si tratta infatti di situazioni in cui potrebbe capitare di imbatterti in un momento delicato come quello della scelta universitaria. Con gli strumenti che hai acquisito, prova ad analizzare i casi proposti e a fornire l’interpretazione che ti sembra più corretta circa il comportamento messo in atto dall’utente. Questo esercizio ti aiuterà a testare la tua competenza meta-cognitiva e a servirtene quando e se ti troverai in situazioni analoghe.

 

1.

Operatore: “Che cosa pensi di fare? Hai già qualche idea?”

Utente: “Non ho delle vere e proprie preferenze”. Penso che farò il medico” (stringendosi nelle spalle).

Operatore: “Ti interessa la medicina?”

Utente: “Non so…penso di sì”

Operatore: “C’è qualcosa che ti interessa più della medicina?”

Utente: “Non mi viene in mente nulla”

Operatore: “C’è qualcosa che escludi sicuramente?”

Utente: “Sinceramente non ci ho mai pensato…non credo”

2.

Utente: “Vorrei qualche consiglio da lei, perché, francamente, mi sento ad un vicolo cieco”

Operatore: “In che senso ad un vicolo cieco?”

Utente: “Guardi io ho sempre avuto l’hobby della musica, ma, capisce bene, non è certo una fonte di guadagno! Se penso ad altro, comunque, mi dico che è difficile. Molti corsi di laurea sono in realtà dei parcheggi per gente che non vuole lavorare! E poi, diciamocelo, non c’è un percorso che assicuri davvero un futuro! Per non parlare del fatto che gli esami sono ovunque un terno al lotto. Anche se hai studiato all’università ti bocciano semplicemente per capriccio!! Quasi quasi mi iscrivo ad un’accademia di musica e non ne voglio sapere più niente”.

Operatore: “lei sa che sta compiendo una scelta rischiosa?”

Utente: “Certo, ma non c’è niente di positivo che mi motivi in altra direzione”

3.

Utente: “Guardi sono in una situazione di impasse in cui penso di essermi cacciato con le mie stesse mani”

Operatore: “mi dica pure”.

Utente: “ho terminato le scuole superiori esattamente un anno fà, e poi, non avendo bene le idee chiare su quale percorso universitario intraprendere, mi sono preso il cosiddetto anno sabbatico. Ho cominciato a lavorare in un call-center, che non è certo il massimo. Adesso vorrei lasciare tutto e iscrivermi ad architettura, ma, francamente, l’idea di perdere un salario mensile ora come ora mi risulta un grosso sacrificio”

Operatore: “ma lei è comunque intenzionato ad iscriversi all’università ora?”

Utente: “sì certo, purché non mi costi grossi sacrifici economici”

 

4.

Utente: “Mi rivolgo a lei perché sono nella confusione totale”

Operatore: “nel senso che non sa che decisione prendere?”

Utente: “In realtà fino a qualche mese fa ero per lo meno indeciso tra due opzioni: Medicina e Psicologia. Poi ho cominciato a guardare un po’ di guide dello studente e il ventaglio mi si è allargato, ma comunque sarei orientato su professioni di tipo sanitario. Solo che mi sembrano tutte simili, non so quale scegliere. Non so proprio cosa fare. Sono totalmente confuso e la data di immatricolazione si avvicina!”

Operatore: “sa già quali sono le date per i corsi che sta considerando?”

Utente: “non me le ricordo tutte con precisione, ma sono a giorni perché in molti casi è prevista una pre-iscrizione per poter fare il test di ingresso. Quasi quasi smetto di pensarci, faccio passare le scadenze per le preiscrizioni, così poi dovrò concentrarmi solo sui corsi senza test di ingresso e mi semplifico la vita”

5.

Utente: “Ho avuto un’offerta di lavoro allettante lo scorso mese, ma per un intoppo burocratico non ho potuto coglierla.  Era esattamente quello che volevo fare, e in più mi pagavano anche bene. Ma poi ho spedito in ritardo la domanda, convinto che facesse fede il timbro postale di accettazione, quando invece non era così, per cui il mio fascicolo è arrivato con qualche giorno di ritardo sulla scadenza ed è stato rigettato.  Da allora continuo a guardarmi intorno ma non trovo nulla di altrettanto soddisfacente.”

Operatore: “E’ sicuro di non avere proprio alternative? Che cosa ha visto?”

Utente: “Magari qualcosa di interessante c’è in giro, ma qualsiasi decisione prendessi, ho paura che comunque mi troverei a rimpiangere e a darmi addosso per l’opportunità mancata a suo tempo. L’unica soluzione sarebbe trovare un lavoro che sia altrettanto soddisfacente.


<<<Possibili soluzioni>>>