Personal tools
You are here: Home \ Orientamento in Entrata (OR.E.) \ OR.E. 04 \ Materiale Curci \ Esercizio 1
Document Actions

Esercizio 1

by Staff last modified 2008-08-08 20:04


“GESTIONE E REGOLAZIONE DELLE EMOZIONI  NELLE RELAZIONI INTERPERSONALI”

Obiettivo: favorire la comprensione e la consapevolezza delle proprie capacità di: a) rimanere coinvolti (o prendere le distanze) da un’emozione in modo consapevole sulla base di quanto si ritenga che essa possa essere utile, b) monitorare riflessivamente le emozioni riguardanti se stessi e gli altri in modo tale da riconoscere quanto esse siano chiare, tipiche, influenti o ragionevoli, c) capacità di gestire le emozioni in se stessi e negli altri, moderando quelle negative e mantenendo quelle positive senza reprimere o esagerare l’importanza delle informazioni che esse sono in grado di veicolare.

Istruzioni: leggi ciascuna delle seguenti situazioni presentate e prova a fornire una risposta alla domanda richiesta.


Situazione 1. Teresa si sveglia sentendosi in forma. Ha dormito bene, si sente ben riposata e non ha particolari preoccupazioni o pensieri né scolastici sé sentimentali. Scrivi due possibili azioni e/o comportamenti assolutamente efficaci per aiutare Teresa a preservare questo suo stato d’animo.

Situazione 2. Luca studia con impegno uguale, se non superiore, a quello di uno dei suoi compagni di classe. Di fatto, le sue idee generalmente riescono a far ottenere buoni risultati alla classe. Il lavoro del suo compagno, invece, è mediocre ma egli è abile nel gestire i rapporti sociali all’interno della classe e con i professori, e questo gli consente di andare avanti. Così, quando il professore comunica che il premio di classe come migliore pagella sta per essere assegnato al suo compagno, Luca prova molta collera. Scrivi due possibili azioni e/o comportamenti assolutamente inefficaci per aiutare Luca a sentirsi meglio e a calmare la sua rabbia.

Situazione 3. Cristina non conosce la scadenza delle interrogazioni da sostenere e dei compiti da consegnare ed è preoccupata perché teme di non riuscire a fare una bella figura a fine quadrimestre con i professori e con i genitori. Cristina non riesce ad addormentarsi facilmente, si sveglia diverse volte nella notte e si sente continuamente preoccupata. Scrivi due possibili azioni e/comportamenti assolutamente efficaci per aiutare Cristina a ridurre la sua preoccupazione.

 Situazione 4. Matteo, nel corso dell’ultimo anno, è diventato intimo amico di un compagno di Università. Oggi il suo collega, a sorpresa, gli ha comunicato di essersi iscritto in un ‘altra Università e che quindi si trasferirà presto. Non aveva mai detto in precedenza di aver fatto domanda di iscrizione ad un'altra Università. Scrivi due possibili azioni assolutamente inefficaci per aiutare Matteo a  mantenere un buon rapporto con l’amico.

Situazione 5. L’insegnante ha appena telefonato ai genitori di Marco per comunicare loro che il figlio non va bene a scuola. Dice che non sta attento in classe, che ha un atteggiamento distruttivo e che non riesce a rimanere seduto. Questo insegnante non è bravo con gli alunni molto vivaci ed i genitori di Marco si chiedono cosa stia realmente accadendo. A questo punto l’insegnante aggiunge che Marco sarà respinto se non migliorerà. I genitori si arrabbiano. Scrivi due possibili azioni assolutamente efficaci che i genitori potrebbero adottare per aiutare il figlio.


<<<Possibili soluzioni>>>